3 ottobre 2009

Libero e Il Giornale contro la manifestazione per la libertà di stampa. Come mai?


Mentre le più grandi testate giornalistiche italiane mettono in rilievo in prima pagina il nubifragio di Messina con 18 morti, diverse decine di dispersi e circa 80 feriti ci sono due quotidiani che credono che sia più importante difendere la dignità del proprio padrone. Il Giornale, proprietà della famiglia Berlusconi e Libero diretto da Belpietro.
Oggi si svolge una delle più grandi manifestazioni per la libertà di stampa che, cosa ormai assodata e ampiamente nota a mezzo mondo, in Italia stenta ad esistere.
Ecco allora che libero titola : "La piazzata rossa" senza nemmeno menzionare l'accaduto di Messina, neanche una riga in prima pagina.

Il Giornale esordisce oggi con un : "Chiudete Annozero e che sia finita". Ancora co sto Annozero! Ma un quotidiano nazionale come può dedicare la prima pagina per una settimana intera ad oltraggiare un programma televisivo?
Feltri però nel suo editoriale dice che oggi "si manifesta per una libertà che non è minacciata". Alla faccia della libertà! E il titolo chiudete Annozero? Non è un evidente controsenso? Sarà che io leggo solo le cose che voglio leggere!



P.S. E' possibile seguire la diretta della manifestazione per la libertà di stampa in streaming su Repubblica o su Youdem a partire dalle ore 15:30 (meglio di vedersela commentare da Emilio Fido sul Tg4)

Vedi anche




1 commento:

  1. Ciao, complimenti per il blog. Ti va uno scambio link? Fammi sapere sul mio

    http://andreainforma.blogspot.com

    RispondiElimina